Strategie per un piano di studio giornaliero efficace

L’importanza di avere un piano di studio giornaliero è ben nota e ne sono ben conosciuti i benefici sia per quanto riguarda la produttività sia per la gestione dello stress.

Esistono essenzialmente due modi per creare un piano di studio giornaliero efficace:

  1. PRODUTTIVITÀ: decido quanto materiale studiare 
  2. TEMPO: decido quanto tempo dedicare allo studio
Nel primo caso possiamo ad esempio creare un piano in cui ci programmiamo di studiare 20 pagine per quella giornata.

Nel secondo caso decidiamo invece ad esempio di studiare 2 ore il mattino e 2 il pomeriggio. 

Entrambe le strategie possono portare ottimi risultati, ma servono per ottenere scopi diversi e sono adatti a persone e situazioni differenti. Ma soprattutto, NON FUNZIONANO se non si seguono determinati accorgimenti. Vediamoli nel dettaglio.

PIANO DI STUDIO GIORNALIERO BASATO SULLA PRODUTTIVITÀ

Fissarsi obiettivi giornalieri di produttività (come lo studiare un certo numero di pagine) è molto utile quando si ha una grande mole di lavoro da studiare (ad esempio per la preparazione di un esame) e ci si sente sopraffatti dal carico di lavoro. 

In questo caso “spacchettare” il materiale da studiare in obiettivi giornalieri che siano alla nostra portata è utile sia a distribuire bene il carico di lavoro in vista di un esame, sia a ridurre lo stress e l’ansia che può derivare dall’avere molte pagine da studiare. 

Inoltre, questo tipo di obiettivi è utile per chi tende a demotivarsi durante lo studio quotidiano, per cui avere un obiettivo chiaro da raggiungere aiuta a rimanere focalizzati durante la giornata.

Attenzione però, l’obiettivo che ti poni dev’essere realistico (quindi ad esempio un numero di pagine che ritieni possibile studiare in un giorno) ma allo stesso tempo motivante (un numero di pagine che sai di poter riuscire a studiare con una certa facilità) altrimenti la strategia non funzionerà.

PIANO DI STUDIO GIORNALIERO BASATO SUL TEMPO 

Gli obiettivi di tempo sono utili soprattutto per chi tende a procrastinare molto lo studio, a non rispettare gli impegni presi con sé stessi o a perdere tempo mentre si è seduti a studiare. Inoltre, questa strategia è molto consigliata anche per gli studenti “perfezionisti” che tendono a studiare moltissime ore al giorno, senza mai essere soddisfatti del proprio studio.

Per utilizzare questa strategia in modo efficace è necessario procedere in questo modo.

  1. Stabilisci un tempo limite di studio che sia ristretto rispetto all’intero tempo a disposizione nella giornata. Ad esempio se hai 3 ore a disposizione, poniti l’obiettivo di studiare 2 ore. 
  2. Definisci esattamente gli orari di inizio e fine studio. Porsi ad esempio l’obiettivo di studiare due ore, dalle 15 alle 17, può andare bene se hai a disposizione un intero pomeriggio.
  3. Dopodiché l’aspetto essenziale di questa strategia consiste nel fatto che non si deve ASSOLUTAMENTE continuare a studiare dopo la scadenza del tempo prefissato.

Avrai quindi a disposizione un “contenitore” di tempo (ad esempio due ore) ben definito, scaduto il quale non avrai nessun altro momento a disposizione per studiare durante la giornata. Ciò significa che inizierai a studiare dopo l’orario di inizio prefissato, se perderai tempo durante le due ore di studio non ci sarà assolutamente alcun modo di recuperare lo studio in un altro momento. E se ciò significa che il materiale da studiare si continuerà ad accumulare giorno per giorno o se si arriverà impreparati per la verifica del giorno successivo, dovrai accettarne le conseguenze.

2 comments on “Strategie per un piano di studio giornaliero efficace
  1. Greta ha detto:

    Buongiorno, volevo chiedere questo… io spesso faccio proprio fatica a iniziare a studiare al mattino… e quindi tendo a rimandare e inizio a studiare magari molto tardi, mi può dare qualche suggerimento?

    • Studiarefacile.it ha detto:

      Ciao Greta, ti insegno una tecnica da applicare. Ovviamente poi sta a te farlo correttamente. Stabilisci un lasso di tempo di una mezzora entro il quale iniziare a studiare (ad esempio 9.30-10). Se inizi a studiare all’interno di quella mezzora bene, altrimenti non devi assolutamente toccare libro tutto il giorno e non ti resta che riprovarci il giorno dopo. Fammi sapere come va 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*